Design Galeotto

 

L’art. 27 della Costituzione Italiana stabilisce che

le pene non possono consistere in trattamenti contrari

al senso di umanità e devono tendere

alla rieducazione dei condannati, in cui il lavoro

è inteso come strumento rieducativo

IMG_4887.jpg

È per questo che realizziamo alcune delle fasi del ciclo produttivo, nel laboratorio situato all’interno del Carcere Villa Andreino di La Spezia, che gestiamo in collaborazione con l’azienda Metallica Srl.

Si tratta di uno
spazio di lavoro dove vengono eseguite alcune fasi del ciclo produttivo e formati i detenuti al fine di creare nuove opportunità.

 

In questo spazio, il design diventa uno strumento relazionale ed abilitante, con lo scopo di generare progetti socialmente responsabili, per migliorare la vita delle persone coinvolte, sia all’interno che una volta uscite dal carcere. 
 

Il team di professionisti coinvolti collabora per condividere le proprie competenze per realizzare nuovi progetti, garantire la qualità dei prodotti e creare nuove relazioni. I designer progettano le collezioni di arredi e si relazionano con i detenuti-artigiani che si occupano della realizzazione dei prodotti. 

Paolo

Saldatore

Ermal & Davide

Carpentieri

In questo spazio, il design diventa uno strumento relazionale ed abilitante, con lo scopo di generare progetti socialmente responsabili, per migliorare la vita delle persone coinvolte, sia all’interno che una volta uscite dal carcere. 
 

Il team di professionisti coinvolti collabora per condividere le proprie competenze per realizzare nuovi progetti, garantire la qualità dei prodotti e creare nuove relazioni. I designer progettano le collezioni di arredi

e si relazionano con i detenuti-artigiani che intervengono in alcune lavorazioni dei prodotti

 
IMG_3864.jpg

Direttamente a casa tua

IMG_4275.jpeg